top of page
Schermata 2021-11-11 alle 14.16_edited.png

Vuoi scrivere anche tu per GirolamoE News? Invia i tuoi articoli a redazionegirolamoenews@gmail.com

"CINQUANTA ANNI INSIEME"


( 8 Dicembre 2021 )

(Storia della I Comunità Neocatecumenale di San Girolamo Emiliani)



Correva l’anno 1963, nella allora unica parrocchia di Morena, San Matteo, con parroco Don Lorenzo Toppi e vice parroco Don Gilberto Leboroni appena ordinato sacerdote, gruppi di ragazzi e ragazze vivevano la loro esperienza parrocchiale divisi, maschi e femmine, come allora era consuetudine. In un giorno di forte nevicata, evento già straordinario di per se a Roma, Don Gilberto decise di cominciare ad offrire a questi ragazzi e ragazze momenti di vita parrocchiale condivisi e si sviluppò una ricchezza enorme di attività pastorali, culturali e spirituali.

Si era in pieno Concilio Ecumenico Vaticano II, che si sarebbe concluso l’8 maggio 1965, e che avrebbe aperto le porte ad un rinnovamento che ci consente oggi di “Vivere la Chiesa” partecipando attivamente e spiritualmente. C’era nella Chiesa, un fermento di ricerca e rinnovamento e l’azione dello Spirito Santo ispirò nuove esperienze pastorali, spirituali, nacquero gruppi di preghiera, movimenti e comunità.

La comunione creatasi con Don Gilberto li spinse a seguirlo nella parrocchia di Santa Maria Goretti di Roma, quartiere Trieste, dove nel 1970 insieme a Don Giuseppe Nieddu, allora sacerdote nella parrocchia di San Matteo, ed altri giovani ed adulti ascoltarono una catechesi del Cammino Neocatecumenale. Frutto di questa catechesi fu la costituzione di una comunità di fratelli che iniziarono a vivere la spiritualità del Cammino Neocatecumenale ispirata al fondatore Kiko Arguello dalla Vergine Maria: “Vivete in umiltà semplicità e lode, l’altro è Cristo”

Il Cammino Neocatecumenale è una delle spiritualità costituitesi dopo il Concilio Ecumenico Vaticano II per iniziativa appunto del suo fondatore Kiko Arguello insieme con Carmen Hernandez e Don Mario Pezzi e le Comunità che nascono da questa catechizzazione sono uno strumento al servizio dei Vescovi, inteso come una delle modalità di attuazione diocesana dell’iniziazione cristiana e dell’educazione permanente nella fede.

Nel 1971 altri ragazzi e ragazze di San Matteo insieme a due sacerdoti Don Sergio Angelini e Don Giuseppe Grimaldi della parrocchia di San Simone e Giuda Taddeo a Torre Angela agli Arcacci ricevettero quella stessa catechesi. Di li a poco si unirono, componendo un gruppo di amici e nuovi fratelli che cominciarono a crescere, a diventare adulti, oltre che anagraficamente anche spiritualmente.

Nel 1980, per volere del fondatore Kiko Arguello, questa comunità viene accolta nella parrocchia di San Girolamo Emiliani costituita il 21 ottobre 1975, dal Parroco Padre Vincenzo Gorga. Qui era già presente un’altra comunità frutto di una catechesi del 1978. Grazie alla accoglienza di Padre Vincenzo Gorga e alla sua dedizione all’evangelizzazione, l’esperienza del Cammino Neocatecumenale prende sempre più corpo e vita nella parrocchia insieme a molte altre realtà che oggi compongono l’offerta di una parrocchia ai propri parrocchiani.

La riscoperta dell’iniziazione cristiana da parte degli adulti battezzati, sostenuta dall’ascolto della parola di Dio, dalla celebrazione dell’eucarestia e dalla esperienza viva di comunità è il tripode su cui si fonda l’esperienza del Cammino Neocatecumenale. Tale esperienza sorretta dalla Parola di Dio, ascoltata, celebrata e vissuta nell’insegnamento di Cristo, dell’amore all’altro, ha il potere grazie all’intervento dello Spirito Santo di generare frutti di conversione e di muovere le anime al servizio di Dio nelle varie forme che di volta in volta il Signore presenta. I fratelli della comunità hanno così cominciato a rendersi disponibili per l’evangelizzazione, in particolare per le catechesi neocatecumenali nella parrocchia ma anche in altre parrocchie che richiedevano questo tipo di esperienza come Sant’Ireneo (quart. Centocelle), Santa Maria Regina Mundi (quart. TorreSpaccata), Santa Maria di Nazareth (quart. Casalotti), nel servizio alla parrocchia per i corsi di preparazione al Battesimo, al Matrimonio, Comunione e Cresima, oltre alla evangelizzazione nel mondo tramite catechesi, la missione familiare, l’aiuto ai seminari e alle famiglie in missione, in Italia in Liguria, Calabria e Sardegna, all’estero in Germania, Norvegia, Estonia, Filippine, Australia, Israele. In particolare Don Giuseppe Nieddu sacerdote della nostra comunità, si è reso disponibile per l’evangelizzazione in Costa D’Avorio poi insieme ad una equipe con fratelli di altre parrocchie è stato il presbitero dell’equipe responsabile del Cammino Neocatecumenale in Belgio e Francia.

Occasione di evangelizzazione e preghiera sono state anche tutte le GMG organizzate con i giovani del Cammino Neocatecumenale e della parrocchia, tramite le quali lo Spirito Santo ha suscitato vocazioni e conversioni.

Nel 1996 in un pellegrinaggio in Israele abbiamo rinnovato le nostre promesse battesimali e nel 2020 sempre in Israele abbiamo celebrato il nostro matrimonio spirituale, ma il percorso non è finito, siamo qui per arrivare all’incontro con Cristo ogni giorno, confortati dalle parole espresse da San Giovanni Paolo II “Quanta gioia e quanta speranza ci date con la vostra presenza e la vostra attività”

Siamo testimoni e rendiamo grazie a Dio di questa Sua opera nelle nostre vite, a quei ragazzi e ragazze del 1963 si sono uniti in questi 50 anna altri fratelli e l’8 dicembre 2021 abbiamo festeggiato il Cinquantesimo anno di cammino insieme, in una Celebrazione Eucaristica di lode e ringraziamento presieduta dal Parroco Padre Lodovico D’uva alla quale hanno partecipato, figli naturali e spirituali, nipoti, pronipoti, tutti frutto dell’opera di Dio e della disponibilità ad accogliere e rendere possibile quest’opera che passa per un nostro SI. Non siamo più ragazzi, contiamo tra le nostre fila quasi centenari, ultra novantenni, molti che hanno superato di gran lunga gli ottanta anni, qualche giovincello intorno ai settanta, e anche qualche over cinquanta; Il Signore ha avuto ed ha ancora molta pazienza con noi e non finisce ancora di curarci. Alcuni ci hanno lasciato e li ricordiamo con affetto, sono ancora con noi presenti nelle nostre liturgie e nei nostri cuori.

Così è nata la I comunità Neocatecumenale di San Girolamo Emiliani, dalla necessità di alcuni ragazzi e ragazze di accostarsi a Cristo, grazie alla disponibilità di sacerdoti pronti ad accogliere e coltivare questo desiderio, tramite l’offerta di un percorso di riscoperta del proprio battesimo alimentato dalla Parola di Dio e dai sacramenti, il desiderio e l’impegno di trasmettere ”la Buona Notizia”, il Kerigma. Oggi come allora, siamo ancora qui, dopo 50 ANNI insieme a festeggiare l’opera di Dio nelle nostre vite, consapevoli della nostra natura umana deficitaria. Sicuri che, come ha detto l’Angelo Gabriele alla Vergine Maria “Nulla è impossibile a Dio”, ancora una volta rispondiamo con le parole della Madre di Dio, ispiratrice del Cammino Neocatecumenale “Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola”.


コメント


Titolo 2

bottom of page