top of page
Schermata 2021-11-11 alle 14.16_edited.png

Vuoi scrivere anche tu per GirolamoE News? Invia i tuoi articoli a redazionegirolamoenews@gmail.com

"FESTA DEI NONNI, UN TESORO DA CUSTODIRE".



Con questa giornata a loro dedicata, anche nella nostra parrocchia si è celebrato il ruolo e l’importanza all’interno della famiglia e della società, infatti il 2 ottobre la Chiesa cattolica celebra la festa degli angeli custodi, mentre in Italia dal 2005 si festeggia la festa dei nonni ormai divenuta un’istituzione. Del resto, c’è una certa continuità tra il ruolo protettivo rivestito dagli angeli e la cura e la dedizione totale che i nonni riservano ai nipoti. In un clima conviviale a tutti i ragazzi del catechismo è stata consegnata una tisana da portare in dono ai rispettivi nonni e subito dopo la celebrazione nella cripta della parrocchia i padri somaschi in collaborazione con diversi laici hanno organizzato un momento di festa e divertimento con pranzo e intrattenimento.

"I nonni sono depositari di una saggezza profonda", radicata nella storia, rappresentano un rifugio sicuro, mani salde cui aggrapparsi e una fonte inesauribile di cura e affetto. Del resto, tante volte i nonni sono proprio dei super eroi. E questa simpatica foto lo dimostra infatti i nonni indossano gli abiti di Superman. «In servizio 24/24, presenti anche senza preavviso, instancabili, insuperabili. Praticamente unici». Quale definizione migliore si potrebbe trovare?

Che i nonni fossero 'buoni', l’abbiamo saputo da sempre. Che siano 'importanti' è una verità che acquista, di anno in anno, sempre più spessore. Vivere con un bravo nonno può decidere di una vita proprio per il ruolo cruciale per i piccoli. Sono il salvagente a cui aggrapparsi; rappresentano un punto di riferimento. Per quale ragione? Secondo me per due ragioni che sembrano davvero granitiche. I nonni sono importanti perché salvano l’infanzia e sono importanti perché mostrano in diretta l’immagine dell’Uomo cresciuto, dell’Uomo adulto.

Uno psichiatra di valore, Vittorino Andreoli, ha avuto il coraggio di essere sincero fino in fondo: «Se oggi in questo pazzo mondo vi sono ancora frammenti di saggezza, lo si deve ai nonni!». Noi diciamo: i lavoratori trasformano il mondo. I poeti lo cantano. I nonni impediscono che vada in frantumi. «Nonni, non andatevene». Il vostro profumo indica la strada sicura a chi è nato uomo e decide di diventare umano.

C’è una bella poesia di Pablo Neruda che ci ricorda la cura che anche noi dobbiamo ai nostri “grandi anziani”.

Lasciali invecchiare con lo stesso amore con cui ti hanno fatto crescere… Lasciali parlare e raccontare ripetutamente storie con la stessa pazienza e interesse con cui hanno ascoltato le tue quando eri bambino… Lasciali vincere, come tante volte loro ti hanno lasciato vincere… Lasciali godere dei loro amici, delle chiacchiere con i loro nipoti… Lasciali godere vivendo tra gli oggetti che li hanno accompagnati per molto tempo, perché soffrono sentendo che gli strappi pezzi della loro vita… Lasciali sbagliare, come tante volte ti sei sbagliato tu… Lasciali vivere e cerca di renderli felici l’ultimo tratto del cammino che gli manca da percorrere, allo stesso modo in cui loro ti hanno dato la loro mano quando iniziavi il tuo.

Comments


Titolo 2

bottom of page