top of page
Schermata 2021-11-11 alle 14.16_edited.png

Vuoi scrivere anche tu per GirolamoE News? Invia i tuoi articoli a redazionegirolamoenews@gmail.com

FESTA della RICONCILIAZIONE

Updated: May 13, 2022


Il 23 marzo, in una fresca serata di marzo, all' imbrunire, le campane suonano a festa salutando un lieto evento per "Le PERLE di DIO" e per il gruppo di di catechismo di TERESA.


Sotto gli occhi attenti ed emozionati dei genitori, i bambini, che si apprestano a ricevere la Prima comunione a maggio, aprono il loro cuore a Dio con il Sacramento della Riconciliazione. Tutti i bambini hanno al collo un cuoricino rosso segno delle “loro mancanze ”


Accolti dalle dolci parole di Padre Ludovico si schiudono i loro pensieri e si pone il seme dell' amore nei loro cuori.

La Comunita' presente partecipa discreta a questa Riconciliazione, e in un clima commosso intona canti sinceri per la Liturgia, mentre i bambini senza indugio, vanno man mano verso Padre Lodovico e Padre Joselito.

Dopo l’assoluzione, il Sacerdote gira il cuoricino del bambino (da rosso a bianco) e pone al collo del bambino il Crocifisso, segno dell’amore di Dio.

Poi ogni bambino depone in un braciere, ai piedi del cero pasquale, un foglietto con un peccato da lui commesso.

Dopo aver ricevuto il dono della Misericordia di DIO, Padre Lodovico brucia i foglietti, nel braciere, con la fiamma del cero pasquale dicendo: “…come la fiamma ha bruciato i vostri foglietti dei peccati, così Dio ha dimenticato e cancellato per sempre i vostri peccati…”


Padre Lodovico invita ciascun bambino, insieme ai propri genitori, ad accendere la candela ricevuta al cero pasquale segno della vita nuova ricevuta col Battesimo e della Grazia che in questa celebrazione vi è stata donata col Sacramento della Riconciliazione.


Ora noi tutti genitori, accogliamo i nostri figli, tra le nostre le braccia per condurli, passo dopo passo, verso il giorno lieto della Prima Comunione. Comunione di cuore e anime....con Dio.


Preghiera dei bambini


Gesù aiutami a vivere nella semplicità.

Perdonami quando sono poco attento alle sofferenze degli altri.

Perdonami perché a volte vivo nella discordia e non so perdonare.

Perdonami, Gesù, perché non ti chiedo cosa vuoi da me.

Perdonami perché tante volte faccio finta di non vedere i miei amici che hanno bisogno.

Rendimi strumento della tua pace per essere veramente come tu mi vuoi.



Kommentare


Titolo 2

bottom of page