top of page
Schermata 2021-11-11 alle 14.16_edited.png

Vuoi scrivere anche tu per GirolamoE News? Invia i tuoi articoli a redazionegirolamoenews@gmail.com

PRIMA MESSA DEL NUOVO PRESBITERO CLETO BONASIA

“Tu sei sacerdote per sempre secondo l’ordine di Melchisedech” (Eb 7, 17).


Con gioia annunciamo che la nostra parrocchia ha un nuovo sacerdote Somasco


Padre Cleto Bonasia è stato ordinato in Bitonto, sua città natale, il 23 aprile 2022 per l’imposizione delle mani e la preghiera consacrata di S. E. Monsignor Giuseppe Satriano arcivescovo metropolita di Bari – Bitonto.


Il primo maggio Cleto, così vuole essere chiamato, celebra la sua Prima Messa nella nostra parrocchia alla presenza di una gremita assemblea di fedeli


I ministranti e il coro, per l’occasione formato da tutti i cantori della parrocchia, hanno reso la celebrazione veramente solenne, bella e partecipata in un clima di profonda preghiera, colma di gratitudine al Signore per il dono ricevuto.


Cleto indossava la casula della sua ordinazione, personalizzata con la croce di Don Tonino Bello, che tutti noi conosciamo. Ho seguito la storia dl grande vescovo, che ci ha lasciati nel 1993, nonché la scelta di questa croce per la sua ordinazione vescovile e secondo me vale la pena di darne cenno per capire la bellezza dell’animo del nostro Cleto.

“Particolarmente significativa fu la scelta di Don Tonino di dare “potere ai segni” alle insegne pastorali che avrebbero accompagnato il suo episcopato. Insieme al Pastorale volle infatti anche la croce in legno d’ulivo: materia semplice, umile, espressione del profondo legame alla terra del Sud.

L’autore, Fernando Campanile, compose la figura stilizzata del Cristo crocifisso attraverso l’accostamento di semplici tratti incisi. La linea sinuosa, che compare sulla traversa della croce allude all’onda del mare elemento sempre in movimento, mare che accoglie e abbraccia tutta la terra, così come don Tonino accoglieva fraternamente tutti, partendo dagli ultimi.

Due segni intersecano l’onda: uno rappresenta il gabbiano, stilizzato, simbolo della pace; l’altro la struttura essenziale dell’ala che preconizza il suo volare alto..”

Questi grafici, opportunamente collocati sul legno della croce, richiamano alla mente la figura stilizzata del Cristo Crocefisso..

Così senza pretese, prese forma la croce pettorale di don Tonino Bello, vescovo e così, senza pretese , inizia il cammino di Padre Cleto, profondamente innamorato di Cristo e del carisma di San. Girolamo Emiliani di cui ha fatto il suo stile di vita.

E di questo carisma è stata impregnata anche l’omelia di Padre Marek, sua guida e maestro.

Sulle parole del bellissimo Vangelo ha invitato Cleto a “salire sulla barca” e a fare il suo percorso insieme agli altri sacerdoti della parrocchia. Il suo pensiero poi, non senza commozione è andato al sacerdozio grande mistero, un dono indescrivibile di Dio per il mondo, uno scorcio di amore per l’uomo e la volontà irrevocabile del Signore.

Il sacerdote è presenza di Cristo nella sua chiesa, instancabile predicatore del Vangelo e maestro di vita cristiana, in costante predicazione della Parola di Dio e nella testimonianza della vita.

Certe volte verrà messo alla prova, ma l’augurio per Cleto è di avere tanti momenti belli e soprattutto che nella fatica possa trovare sempre quel punto di riferimento che è Gesù Cristo. Con il suo aiuto Cleto continuerà a seguire le orme di S. Girolamo E., specialmente nel servizio ai piccoli, alla gioventù e ai poveri.

Particolarmente commovente il momento in cui Padre Marek ha chiesto la Benedizione di Cleto, per questo si è inginocchiato ed ha baciato il palmo delle sue mani, novello sacerdote.

Nel suo discorso finale, intriso di spiritualità e devozione, Padre Cleto, ha voluto ringraziare tutti, in particolare, oltre che a Padre Marek, si è rivolto al nostro parroco Padre Lodovico che “più che con la parola, con l’esempio” gli ha trasmesso tanta devozione e amore.


La festa poi è continuata in cripta dove si è toccato con mano quanto i giovani siano legati a padre Cleto e quanto lui abbia a cuore i ragazzi! Il suo sorriso eloquente ci ha trasmesso tanta gioia ed è stato bellissimo vedere la comunità parrocchiale riunita in tutte le sue rappresentanze, dalle comunità agli scout, dai catechisti al coro, dal RnS all’equipe di preparazione al matrimonio, dai cantori ai parrocchiani ai ragazzi ed educatori della casa famiglia, dalle Legio Marie ai parrocchiani!



Cleto e il suo sorriso! Cleto e la sua disponibilità, la sua gioia, la sua dedizione alla vita consacrata.

Il Signore accolga il dono generoso della sua vita e lo benedica, Maria Madre degli orfani e san Girolamo lo accompagnino con la loro protezione.

Grazie Cleto, che Dio ti accompagni sempre nel tuo cammino! Preghiamo per te, e per tutti i sacerdoti della nostra parrocchia.




Comentários


Titolo 2

bottom of page